Need for speed out iphone

Fondata nel 1954, la Zanotta é riconosciuta come una delle maggiori protagoniste della storia del Design Italiano.

Per proseguire nella navigazione del sito e usufruire di tutti i servizi è necessario attivare il supporto Javascript ed aver installato l'ultima versione disponibile di Adobe Flash Player nel proprio browser.

In order to continue browsing the site and enjoying all its features, you need to enable Javascript and you must have installed the latest version of Adobe Flash Player in your browser.











ITALIANO
ENGLISH

Need for Speed: ProStreet offre un approccio meno clandestino al classico stile di guida di Need For Speed. Dopo tante edizioni "underground", fatte di gare per stare con altri automobilisti e fughe dalla polizia, questa volta si corre su tracciati automobilistici veri e propri.

Tra le novità introdotte da Need for Speed: ProStreet c'è un nuovo sistema di danni molto avanzato: graficamente le carrozzerie delle auto si deformano in maniera realistica e, per quanto riguarda la giocabilità, le prestazioni del mezzo ne risentono.

La demo di Need for Speed: ProStreet ti permette di correre su due tracciati differenti. Non è molto, ma è abbastanza per fare conoscenza con il sistema di controllo del gioco che come sempre è molto scalabile. I principianti troveranno vari aiuti nella guida e non avranno grossi problemi a tenere l'auto in pista, mentre i giocatori più esperti potranno impostare un sistema di guida realistico.

deadmau5 , pseudonimo di Joel Thomas Zimmerman ( Toronto , 5 gennaio 1981 ), è un disc jockey e produttore discografico canadese .

Prima di affermarsi come produttore discografico e dedicarsi a tempo pieno alla musica, Joel Zimmerman ha lavorato per alcuni anni come programmatore informatico. Tra il 1998-2002 comincia a fare una raccolta di canzoni. L'album di debutto è intitolato Project 56 . Si tratta del primo CD che ha pubblicato e contiene tracce di breve durata (solitamente 1-2 minuti) per un totale di 56 tracce.

Il suo stile musicale è facilmente riconoscibile ma difficilmente si inserisce in un genere specifico: lo stesso Joel non sa dare ad esso una definizione più precisa di "musica elettronica, in mancanza di un nome migliore" (in inglese "for lack of a better name", da qui il nome del suo album del 2009).