Live secondo annuncio di online

Domenica 4 dicembre si è votato sulla riforma della costituzione proposta dal governo. Il no ha vinto nettamente. Il risultato è stato molto negativo per il premier Matteo Renzi, che ha annunciato le sue dimissioni. Ecco un riassunto della situazione:

Mappa (provvisoria) dei risultati provinciali. NO avanti quasi ovunque, tranne a Bolzano e in provincie tra Toscana ed Emilia-Romagna %3Ca href=%22https://t.co/a4o8FNZiEG%22%3Epic.twitter.com/a4o8FNZiEG%3C/a%3E

Quando sono state scrutinate 31.291 sezioni su 61.551, il no è in vantaggio con il 59,6 per cento dei voti mentre il sì è fermo al 40,3 per cento.

Xbox Live è un servizio di server web , distribuzione digitale e comunità virtuale sviluppato ed offerto da Microsoft a partire da novembre 2002 per la console Xbox che permette a chi dispone almeno di una connessione ADSL di giocare in multigiocatore attraverso Internet . [1] Nel corso della sua lunga storia, Xbox Live è cambiato, si è evoluto e potenziato, portandosi, effettivamente, sempre un passo avanti rispetto a molti altri servizi analoghi, fungendo da ispirazione per quest'ultimi e spingendo il gioco in rete su console. [2]

Alla fine degli anni '90 , prima ancora che Microsoft annunciasse ufficialmente la sua Xbox , l'azienda era riuscita ad entrare nel mondo delle console grazie al supporto di Windows Embedded Compact su Sega Dreamcast . [1] Il ruolo di Microsoft non fu però solo di supporto, ma anche di osservazione: l'azienda di Bill Gates si rese conto di quanto avanzata fosse la macchina di SEGA , e del successo dei suoi primordiali, ma efficienti, servizi per il gioco online grazie all'utilizzo della rete telefonica generale e dei modem dial-up a 56 kbit/s. [1]

Per la fine del ciclo vitale di Xbox , nel 2006 , Xbox Live aveva ormai raggiunto i 4 milioni di abbonati. [7] Dopo l'annuncio del suo successore, Xbox 360 , Microsoft ha tolto il supporto all'Xbox, mandandola fuori produzione nel 2008 ; nonostante tutto però è stato tenuto attivo il servizio Xbox Live, poiché ancora molto utilizzato, fino alla cessazione del supporto anche di quest'ultimo nel 2010 . [8]

"Sono lieto di poter annunciare che proprie in queste ore si è conclusa la negoziazione tra la famiglia Riva e l'Ilva, che ora è nelle mani dello Stato, e più di un miliardo di euro arriveranno dalla famiglia Riva come elemento di compensazione. Credo che si tratta di 1,3-1,4 miliardi che andrà a risanare Taranto e l'Ilva. E' una notizia straordinaria. E' una notizia importantissima". Lo ha detto il premier Matteo Renzi nel corso del Facebook live per #matteorisponde.

"Le lettere agli italiani all'estero sono state pagate dal comitato per il si e dal Pd". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso di #matteorisponde su Facebook.

"Spero che domani si possa fare il rinnovo contrattuale, dopo sette anni di blocco per il pubblico impiego". Lo ha detto il premier Matteo Renzi nel corso del Facebook live per #matteorisponde.